Luci guizzanti  — Inchiostronerodenso

agosto 25, 2017

Piove. Luci guizzanti nelle nere pozzanghere. Vado via dal rumore del fango zuppo di catrame. Vado via dal vento tagliente. Torno quieta al mio segreto porto, al ritmico linguaggio delle gocce ticchettanti sul tetto pietroso; al dondolio erotico del tuono che scuote. Sto sola mentre precipita nel nulla il vetro della voce. L’uomo folle voleva […]

via Luci guizzanti  — Inchiostronerodenso

Annunci

Verrà settembre  — Inchiostronerodenso

agosto 22, 2017

Verrà settembre con gli acini d’uva e il sole che presto declina. L’aria frizzantina che invade le campagne mentre la luce si ritrae e perde ogni giorno un pizzico di esuberanza. Più silenzio avranno spiagge e monti. Più luce l’intimità sul cuscino accanto a libri e fogli. Ho sempre odiato agosto anche quando ero condotta […]

via Verrà settembre  — Inchiostronerodenso

Che meraviglia

agosto 19, 2017

Inchiostronerodenso

Che meraviglia parlare con lui aprire il tuo cuore come un carciofo con tutte le spine sul gambo facendo molta attenzione. Scegliere con cura ogni termine e parola. Per non ferire e non ferirsi. Fare molta fatica a dire con molta franchezza e calma quello che non va e quello che va. Tra scogli e pietre dire. Che una casa si costruisce mattone dopo mattone finché si arriva al tetto. Le travi sono poste e ogni mattina al termine del percorso vediamo che lo spazio è sempre più compiuto coperto rifinito. Ore e ore di lavoro quotidiano.

Che meraviglia raccontare questa metafora e far capire, cercare di far capire che in un rapporto è così che si costruisce, giorno dopo giorno, aggiungendo non togliendo. Nonostante la fatica nonostante la differenza nonostante gli ostacoli e il tempo che muta: sole pioggia o grandine.

Che meraviglia spiegare le vele del tuo cuore…

View original post 75 altre parole

Che meraviglia

agosto 19, 2017

Sorgente: Che meraviglia

Disciplina #Sylvia Plath — Inchiostronerodenso

agosto 9, 2017

Occorre disciplina nella scrittura

via Disciplina #Sylvia Plath — Inchiostronerodenso

Il mio ex fotografo

agosto 1, 2017

Sorgente: Il mio ex fotografo

Pablo Neruda, da Cento sonetti d’amore

luglio 29, 2017

Il sasso nello stagno di AnGre

*

Al colpo dell’onda contro la pietra indocile
scoppia la chiarità e stabilisce la sua rosa
e il cerchio del mare si riduce a un grappolo,
a una sola goccia di sale azzurro che cade.

Oh radiante magnolia scatenata nella schiuma,
magnetica viaggiatrice la cui morte fiorisce
e torna eternamente a essere e non esser nulla:
sale rotto, abbacinante movimento marino.

Uniti tu e io, amor mio, sigilliamo il silenzio,
mentre il mare distrugge le sue costanti statue
e abbatte le sue torri di furia e bianchezza,

perché nella trama di questi tessuti invisibili
dell’acqua sbrigliata, dell’incessante arena,
sosteniamo l’unica e perseguitata tenerezza.

*

Ricorderai quel ruscello capriccioso
dove s’arrampicarono gli aromi palpitanti,
di tanto in tanto un uccello vestito
d’acqua e di lentezza: vestito d’inverno.

Ricorderai i doni della terra:
irascibile fragranza, fango d’oro,
erbe del cespuglio, pazze radici,
sortileghe spine come spade.

Ricorderai il mazzo che recasti,
mazzo…

View original post 282 altre parole

Diverse dal maschio

luglio 23, 2017

Inchiostronerodenso

– Volevo sapere se siete interessate ad avere dei libri, se avete intenzione di creare nel vostro centro una piccola biblioteca…

– Certo, è nostra intenzione creare un angolo con dei libri che ciascuno può prendere e riportare.

– Bene, sto riordinando la mia libreria e ho dei libri che trattano il tema del femminismo. Se vi interessa ve li dono.

– Perché non sei più femminista?

– No, perché lo sono ancor di più. Semplicemente li ho già letti.

In una veloce discesa a casa prendo i libri da portare alle ragazze del centro montano. È in fondo al primo libro che trovo dei fogli. Mi piace sempre trovare dei piccoli tesori nella pancia di un libro. Non so mai cosa mi riserva la sorpresa.

È un foglio dattiloscritto. Riguarda un movimento di cui ero referente responsabile per la mia zona. Guardo la data e penso al commento che…

View original post 313 altre parole

Parole di donna 12: ANNE SEXTON

luglio 17, 2017

LIMINA MUNDI

Projection Lauren, by Cbanck

Be careful of words,
 
even the miraculous ones.
 
For the miraculous we do our best,
 
sometimes they swarm like insects
 
and leave not a sting but a kiss.
 
They can be as good as fingers.
 
They can be as trusty as the rock
 
you stick your bottom on.
 
But they can be both daisies and bruises.
 
Yet I am in love with words.
 
They are doves falling out of the ceiling.
 
They are six holy oranges sitting in my lap.
 
They are the trees, the legs of summer,
 
and the sun, its passionate face.
 
Yet often they fail me.
 
I have so much I want to say,
 
so many stories, images, proverbs, etc.
 
But the words aren’t good enough,
 
the wrong ones kiss me.
 
Sometimes I fly…

View original post 895 altre parole

Chi era Vivian Maier? La tata fotografa

luglio 10, 2017

Sorgente: Chi era Vivian Maier? La tata fotografa